Il tatto

I rapporti tattili sono normalmente quelli meno presi in considerazione, anche se la pelle è l’organo sensoriale più esteso. In età avanzata essa diventa meno elastica e, quindi, meno sensibile.

Si richiede un’organizzazione degli spazi e degli arredi disegnati in modo ergonomico, con superfici soffici ed angoli arrotondati, in modo che tutto sia facilmente raggiungibile al tatto, evitando le ansie e gli stress per impossibilità di arrivare a toccare determinate cose.

Si è optato per l’uso di materiali naturali nelle zone soggiorno: il cotto, la pietra, il legno, il ferro, con tutte le valenze sensoriali collegate, sia per la diversa consistenza delle superfici, sia per il diverso calore specifico.